//
Gli Artisti

Emilio Tadini | Opera: Fiaba Image Magie

Nato a Milano il 6 giugno 1927 e morto nel settembre 2002. Emilio Tadini pittore, fu uomo di cultura a tutto tondo. Passando con intuizioni felici dalla scrittura alla critica d’arte, dalla poesia alla drammaturgia, riuscì a compiere una sorta di osmosi culturale tra diversi ambiti disciplinari. Come pittore iniziò negli anni ’50, stagliandosi sul panorama artistico in modo del tutto autonomo e più tardi aderendo prima al realismo e poi all’informale. Ma già in quegli anni la sua attività di scrittore era iniziata sotto l’egida di Elio Vittorini, sulla cui rivista “Il Politecnico” pubblicò il suo primo poemetto: “La passione secondo Matteo”. A quest’opera ne seguirono altre nel corso di intensi anni di attività letteraria: nel ’63 “L’armi l’amore”, nell’82 “L’opera”, più tardi “L’occhio della pittura” e “L’insieme delle cose”, nel ’93 “La tempesta”. L’attività di scrittore andò parallelamente alla produzione pittorica. Dopo l’iniziale realismo esistenziale, Tadini, negli anni ’60, subì il fascino della Pop Art inglese, meno nota dell’analoga corrente statunitense. Di questo periodo è il capolavoro surrealista “Ciclo della vita di Voltaire”. L’inizio della sua ascesa artistica avvenne con la partecipazione alla collettiva presso lo Studio Marconi nel ’65, della quale fecero parte anche altri tre grandi: Mario Schifano, Valerio Adami e Lucio Del Pezzo. Nel ’78 e nell’82 partecipò anche alla Biennale di Venezia, mentre dalla metà degli anni ’80 in poi espose con molte personali in Italia e in Germania. Nel 2001 fu la celebre sede di Palazzo Reale a Milano ad ospitare l’ultima mostra antologica a lui dedicata, all’interno della quale esponenti del mondo della cultura quali Umberto Eco, Arturo Carlo Quintavalle, Alan Jouffroy gli resero l’ultimo omaggio.

La coreografa che ha lavorato su Emilio Tadini è Federicapaola Capecchi | Compagnia OpificioTrame dance & physical theatre. Clicca qui

Fiaba Image Magie di Emilio Tadini Archivio Emilio Tadini

Fiaba Image Magie di Emilio Tadini Archivio Emilio Tadini

Claudio Onorato | Opere: varie

http://www.claudioonorato.it/

Claudio-Onorato-Coreografia-D-Arte-2009-I-edizione

Partendo da grandi fogli di carta colorata, Claudio Onorato ritaglia il mondo, frammenti di città, architetture, figure, cercando di rappresentare la vita nella sua quotidianità. Quadri che rivelano fatti, situazioni e ambientazioni di una quotidianità sorprendente, e parimenti celano nei loro “interstizi”, scene di violenza, sopruso, abuso di un’epoca globalizzata”. Francesco Tadini

Partendo dai grandi fogli di carta colorata di Claudio Onorato, Roberto Lun anima un mondo fatto di figure e sogni che si intersecano, incontrano, seguono, separano, cercando di rendere lieve la vita quotidiana in ogni sua situazione e sfaccettatura e circostanza. Insieme ai suoi allievi della scuola Mamiwata di Milano disegna nello spazio, come i ritagli di carta, contatti e sostegni, dal pavimento al cielo, che aiutano a muoversi liberamente e senza sforzo, a rotolare, cadere, sostenere e sollevare altri partner attraverso leve e agganci … che sono ganci verso il mondo, visibile, della quotidianità umana e lieve. Federicapaola Capecchi

Il coreografo che ha lavorato su Claudio Onorato è Roberto Lun con gli allievi della Scuola Mamiwata di Milano. Clicca qui 

Sanja Milenkovic | Opera: Tokyo 

sanja-milenkovich-coreografia-d-arte-2009

Nata a Nis, Serbia. Nel 2007 si è laureata in pittura all’Accademia di Brera con il massimo dei voti dove si è diplomata anche in “Arti Visive”La città è la sua fonte d’ispirazione dove “tutto è un continuo movimento”. Edifici importanti, città che vivono sulle strade, illuminate dai teatri, dalle discoteche e dalle pubblicità. Nelle sue opere convivono i concetti di pieno e di vuoto. E’ quest’ultimo che ci lascia la libertà d’immaginare la città che vogliamo, palazzi ed epoche che desideriamo. Il colore è carico, ma allo stesso tempo fluido, mette tutto in movimento e dà un’energia vitale a tutto. L’artista ci dà uno spunto iniziale e finale, il resto è la creazione di chi osserva”.

I coreografi che hanno lavorato su Sanja Milenkovic sono Roberto Lun, Riki Bonsignore, Elena Pellegatta e Elisa Garbarini. Clicca qui 

sanja_milenkovic_Tokyo

Sanja Milenkovic Tokyo

Maria Mulas | Opera: Il Passo

Maria-Mulas

Maria Mulas si stabilisce a Milano nel 1956, dove inizia il suo lavoro artistico verso la metà degli anni sessanta. Tra il 1965 e il 1976 realizza soprattutto fotografie di teatro e ritratti e,nello stesso tempo, conduce una ricerca sui riti cosiddetti “sociali”. Nel 1976 espone la sua prima personale presso la Galleria Diaframma di Milano. Ha così inizio una lunga carriera come artista e fotografa. Espone in Italia e all’estero e le sue foto sono richieste da tutte le principali testate giornalistiche internazionali. Alcune sue opere sono esposte presso importanti musei d’arte moderna e contemporanea come a Sidney, Pechino ed Edimburgo. Maria Mulas è anche autrice di importanti libri fotografici.

La coreografa che ha lavorato su Maria Mulas è Federicapaola Capecchi | Compagnia OpificioTrame dance & physical theatre. Clicca qui

Il-Passo-Maria_Mulas

Maria Mulas Il Passo

Paolo Valle | Opera: Racconto Persiano

paolo valle

Il pittore e scultore Paolo Valle nasce a Venezia nel 1948, città nella quale si diploma in Arti Grafiche. Durante gli anni della sua formazione ha modo di seguire un corso tenuto dal grande artista Oskar Kokoschka, il quale si rivelerà essere un incontro fondamentale per gli sviluppi del suo percorso artistico, influenzandone il linguaggio espressivo. Un’altra importantissima fonte di ispirazione saranno per l’artista anche i suoi numerosi viaggi in Oriente. Durante la sua carriera artistica si è anche occupato dell’insegnamento della litografia, della calcografia e della serigrafia a Roma e a Venezia. Le sue tele sono rigorosamente scandite dal caratteristico segno nero, il quale appare come una sorta di gesto potente che contiene e controlla tutta l’energia creativa. Valle ha eseguito importanti lavori anche oltre ai confini nazionali, che lo hanno portato ad essere presente con le sue opere presso i principali musei di Svezia, Finlandia, Danimarca, Cile, Sud Africa, ex Jugoslavia nonché in collezioni pubbliche e private. Oggi l’artista vive ed opera nella su città natale, Venezia, rifugiandosi saltuariamente nel silenzio delle isole della Dalmazia.

La coreografa che ha lavorato su Paolo Valle è Lalla Aisha Traorée. Clicca qui

 

Giovanni Cerri | Opere: ciclo Città Fantasma

giovanni-cerri

Figlio d’arte (mio padre è Giancarlo Cerri), la mia attività si è sviluppata nell’ambito della pittura. Ho iniziato a esporre nell”87 e da allora ho tenuto mostre in Italia e all’estero (Croazia, Germania, Canada, Francia, Cina, Bolivia). Da sempre ispirato dal territorio urbano di periferia. Un tema che sviluppo dall’osservazione diretta della mia città ma estendibile alle “zone di confine” di qualsiasi metropoli. Mi interessa l’archeologia industriale, i “relitti” architettonici di un’epoca che scompare. Dal 2001 al 2009 il supporto sul quale dipingo è la carta di quotidiano, per sottolineare la contemporaneità attraverso frammenti di scritte di cronaca, politica, economia, sport. Tra le esposizione più significative di questo periodo la mostra “Sopravvivenze”, Fondazione Cini di Ferrara, la Galleria Cortina di Milano (2005). Nel 2006 ho reinterpretato sedici frammenti della Cappella Sistina di Michelangelo: mostra “Sixteen-a”, Galleria Blanchaert, Milano. Nello stesso anno, su invito del curatore Philippe Daverio, sono invitato al Premio Michetti. Nel 2008 espongo con mio padre nella mostra “I Cerri. Giancarlo e Giovanni, la pittura di generazione in generazione”, Museo della Permanente, Milano. Del 2009 la mostra personale a Parigi alla Galleria Orenda Art International, “Archéologie du present”; alla Galleria Gli Eroici Furori di Milano realizzo un’esposizione ispirata dal romanzo best-seller “Gomorra” di Roberto Saviano. Nel 2010 torno alla pittura ad olio su tela con la mostra “Hurricane of light”, Galleria De Luca Fine Art di Toronto e “Pastorale”, Galleria Kuhn & Partner di Berlino. Nel 2011, invitato da Vittorio Sgarbi, partecipo alla 54° Biennale di Venezia.

La coreografa che ha lavorato su Giovanni Cerri è Federicapaola Capecchi | Compagnia OpificioTrame dance & physical theatre. Clicca qui

Giovanni-Cerri

Gabriele Poli | Opera: La Medusa delle periferie

Gabriele-Poli

 

Diplomato in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera. Nell’ ’85 vince il Premio Nazionale di Cajello. Nel ’87 è segnalato alla rassegna “Giovane Arte Contemporanea”, Castello di Sartirana e nel ’94 alla XVI Mostra di Pittura “Giovanni Segantini”, Arco di Trento. Del ’95 la sua presenza a “Percorsi dell’Astrazione”, Museo della Permanente di Milano. Nel ’99 è premiato alla “IV Biennale d’Arte di S.Valentino”, Limana. Nel 2001 e 2002 è premiato con la Medaglia d’Oro del Comune di Nova Milanese alla “XXVI e XXVII Rassegna Nazionale di Pittura e Scultura”. Nel 2006 esegue tre grandi pannelli per l’ospedale Fatebenefratelli di Milano ed esegue la decorazione pavimentale per l’asilo “Il giardino dei monelli” presso la storica sede dell’Istituto dei Martinitt di Milano. Del suo lavoro hanno scritto e parlato: L. Bergomi, C. Bollino Bossi, G. Calzà, G. Cerri, T. Cordani, M. De Stasio, G. Dotto, M. Di Marzio, E. Di Raddo, A.Finocchi, E. Krumm, P. Lezziero, S. Lucarelli, A. Mai, L. Nicoletti, M. Meneguzzo, F. Migliaccio, E. Mauri, A. Milani, A. Panaro, M. Pavan, C. Perini, R. Plevano, D. Plescan, E. Pontiggia, G. Pre, L.Salandin A. Veca, D. Viapiana.

La coreografa che ha lavorato su Gabriele Poli è Federicapaola Capecchi | Compagnia OpificioTrame dance & physical theatre. Clicca qui

gabriele-poli-la-medusa-delle-periferie-in-omaggio-a-gc3a9ricault-la-zattera-della-medusa

Maria Amalia Cangiano | Opera: Ballando Ballando

Maria-Amalia-Cangiano

Nasce a Taurasi (AV), dopo iniziali studi artistici si interessa di progettazione e realizzazione di gioielli attivando un laboratorio artigianale a Firenze, attivo dal 1979 al 1989. Nel 1990 si trasferisce a Milano dove approfondisce lo studio della pittura e dell’incisione nella Scuola degli Artefici, presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. In contemporanea s’interessa alla pratica della scultura ed ad una serie di sperimentazioni su materiali diversi. Attualmente posa il suo sguardo a 360° sul mondo spaziando alternativamente dalla pittura alla scultura, dalle installazioni ai gioielli contemporanei e ad oggetti di design come lampade e oggettistica varia.

Tutti i coreografi di questa edizione del Festival hanno condotto un’improvvisazione ispirata all’opera di Maria Amalia Cangiano coinvolgendo, altrettanto, tutti i danzatori di tutti gli spettacoli. Clicca qui. 

Ballando..Ballando di Maria Amalia Cangiano

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

PER PRENOTAZIONI AGLI SPETTACOLI DI COREOGRAFIA D’ARTE 2013

TEL.0226829749 OPPURE INVIARE MAIL A ms@spaziotadini.it Costo ingresso: ridotto (tesserati e under 25) 8 euro 10 euro per ex empals 12 euro intero

PROGRAMMA FESTIVAL

CLICCA PER INGRANDIRE

PROGRAMMA FESTIVAL DAL 14 AL 21 DICEMBRE

CLICCA PER INGRANDIRE

APERTURA E CHIUSURA FESTIVAL


FEDERICAPAOLA CAPECCHI
COMPAGNIA OPIFICIOTRAME: Alessandro Amici, Veronica Gambini, Anna Lisa Morelli, Elena Rossetti, Stefano Roveda.
VENERDI' 29 NOVEMBRE MAN RAY - In quarta persona
GIOVEDI' 19 DICEMBRE EMILIO TADINI Studio coreografico in progess su L'occhio della pittura
SABATO 21 DICEMBRE
MAN RAY - In quarta persona




Ospite d’Onore

OSPITE D'ONORE

DANIELE NINARELLO
VENERDI' 20 DICEMBRE
UNICA DATA




I COREOGRAFI DELLA IV° EDIZIONE: 2013


SORAYA PEREZ
COMPAGNIA DEI TRANSITI Soraya Perez, Edy Quaggio
DOMENICA 1 DICEMBRE
SABATO 14 DICEMBRE
acquasumARTE
Maurizio Capisani, Francesco Cimino, Sabrina Conte e Sonia Conte
                  SABATO 30 NOVEMBRE
DOMENICA 1 DICEMBRE
VALENTINA VERSINO
WHY COMPANY
SABATO 7 DICEMBRE
DOMENICA 8 DICEMBRE

SISINA AUGUSTA
COMPAGNIA SISINA AUGUSTA
VENERDI' 6 DICEMBRE

LORENZO MEID PAGANI
SABATO 7 DICEMBRE
DOMENICA 8 DICEMBRE

ANDREA ZARDI - RICCARDO MERONI
VENERDI' 13 DICEMBRE
SABATO
14 DICEMBRE

PIETRO PIREDDU
MAKTUB NOIR
DOMENICA 15 DICEMBRE
doppia replica pomeridiana e serale



Ideatori di Coreografia D’Arte

FRANCESCO TADINI
Fondatore di Spazio Tadini e di Milano Arte Expo MAE International Art Events.
Regista, autore di programmi televisivi, esperto in comunicazione pubblica e pubblicitaria.
FEDERICAPAOLA
CAPECCHI
Coreografa,danzatrice. 
Socia Responsabile Danza, Teatro e Musica di Spazio Tadini. Pubblicista.



Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: